Regolazione delle spese di lite: la reciproca soccombenza

La regolazione delle spese di lite può avvenire in base alla soccombenza integrale, che determina la condanna dell’unica parte soccombente al pagamento integrale di tali spese (art.icolo 91 cod. proc. civ.), ovvero in base alla reciproca parziale soccombenza, che si fonda sul principio di causalità degli oneri processuali e comporta la possibile compensazione totale o parziale di essi (articolo 92, comma 2, cod. proc. civ.).

A tale fine, la reciproca soccombenza va ravvisata sia in ipotesi di pluralità di domande contrapposte formulate nel medesimo processo fra le stesse parti, sia in ipotesi di accoglimento parziale dell’unica domanda proposta, tanto allorché quest’ultima sia stata articolati in più capi, dei quali siano stati accolti solo alcuni – che è appunto il caso che viene in rilievo nel caso in esame – quanto nel caso in cui sia stata articolata in un unico capo e la parzialità abbia riguardato la misura meramente quantitativa del suo accoglimento.

Nel caso in esame, accogliendo il ricorso, la Suprema Corte ha cassato la sentenza impugnata e, decidendo nel merito, compensato integralmente tra le parti le spese del giudizio di appello, nonché del giudizio di rinvio, oltre a quelle del giudizio in esame; in particolare, il giudice di legittimità, in applicazione dell’enunciato principio, ha censurato la decisione del giudice del rinvio di porre le spese del grado di appello a carico della ricorrente, quantunque l’oggetto principale del giudizio – la domanda di risoluzione per inadempimento del contratto con annessa richiesta di restituzione dell’immobile alla venditrice, nonché la domanda riconvenzionale di accertamento del già avvenuto trasferimento della proprietà del bene alla società acquirente e di risarcimento del danno dalla medesima subito – avesse visto la totale definitiva soccombenza di quest’ultima, come dimostrano i ben quattordici motivi di ricorso per cassazione ritenuti inammissibili).

Corte di cassazione, Sezione III civile, ordinanza 3 febbraio 2021, n. 2492 – Presidente Frasca – Relatore Guizzi

Avv. Amilcare Mancusi

Ciao, sono un avvocato civilista, ideatore e curatore del sito Punto di Diritto. Sono custode e delegato alle vendite presso il Tribunale di Nocera Inferiore. Mi occupo di consulenza e assistenza legale in materia di recupero crediti ed esecuzioni immobiliari, problematiche condominiali (sono stato amministratore di diversi condomini), risarcimento danni, famiglia, successioni e volontaria giurisdizione, consulenza alle aziende (anche in tema di sistemi di videosorveglianza e cessione di ramo). Ho fornito consulenza, in maniera residuale, in materie giuslavoristiche, amministrative e tributarie. Nel tempo libero sono un runner dilettante e leggo con piacere noir e gialli italiani o romanzi di grandi autori moderni.

    Arricchisci l'argomento con un tuo commento!

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    error: Il contenuto è protetto!