Locazione di immobili: quando il conduttore può sollevare l’eccezione di inadempimento?

In tema di locazione di immobili, il conduttore può sollevare l’eccezione di inadempimento, ai sensi dell’art. 1460 c.c., non solo  quando venga completamente a mancare la prestazione del locatore, ma anche nell’ipotesi di  suo inesatto adempimento, tale da non escludere ogni possibilità di godimento dell’immobile, purché la sospensione del pagamento del canone appaia giustificata, in ossequio all’obbligo  di comportarsi secondo buona fede, dall’oggettiva proporzione dei rispettivi inadempimenti,  avuto riguardo all’incidenza della condotta della parte inadempiente sull’equilibrio sinallagmatico del contratto, in rapporto all’interesse della controparte.

Leggi il seguito
error: Il contenuto è protetto!